Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Traduttori di riferimento

 

Traduttori di riferimento

Traduttori di riferimento

(aggiornato al 12 settembre 2016)

Si riportano di seguito i nominativi ed i recapiti di alcuni traduttori di riferimento russo/uzbeko - italiano di cui potersi avvalere in caso di necessità, ferma restando la possibilità di rivolgersi ad altri professionisti di propria fiducia.

Si precisa che l’elenco è stato definito in base alle richieste d’inserimento avanzate dagli stessi traduttori e deve quindi considerarsi aperto e non esaustivo, nel senso che potrà annoverare in futuro altri nominativi. L’elenco potrà quindi essere aggiornato periodicamente.

Si precisa che l’Ambasciata d’Italia in Tashkent non risponde della qualità del servizio prestato dagli stessi, del loro operato e delle tariffe da loro praticate.

Egamberdieva Dono (traduzioni russo/uzbeko – italiano, italiano – russo/uzbeko) cell. +998.90.808 91 28, tel. +998.71.267 91 28, e-mail: daegamberdieva@gmail.com;

Jaskelevich Tatjana (traduzioni russo – italiano, italiano - russo) cell. +998.90.317 50 66, tel. +998.71.254 90 03. e-mail: tatiana.iaskelevitch@yandex.ru, tatiana.iaskelevitch@rambler.ru.

I traduttori individuati soddisfano i seguenti requisiti minimi:

1. ottima conoscenza della lingua italiana e russa/uzbeka;

2. residenza nella circoscrizione consolare;

3. assenza di condanne penali e di procedimenti penali in corso per reati connessi all’esercizio della funzione cui il professionista si candida.

----------------------------------------------------------------------------------------------------

Attenzione

I professionisti che intendono essere inseriti nell’elenco dovranno inviare apposita richiesta alla Cancelleria Consolare di quest’Ambasciata, corredandola di:

1. curriculum professionale, comprensivo di recapiti ed indirizzo mail;

2. autocertificazione circa la conoscenza della lingua italiana, la residenza nella circoscrizione consolare, il fatto di non aver subito condanne penali e di non avere procedimenti penali in corso per reati connessi all’esercizio della funzione cui il professionista si candida.

Quest’Ambasciata si riserva di accertare il possesso dei predetti requisiti.


205