Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Iniziative promozionali

 

Iniziative promozionali

Link correlato (in italiano)

Il mercato uzbeko continuerà a beneficiare del programma di inviti in Italia (e ad Almaty) in occasione di missioni di operatori centroasiatici a fiere specializzate o manifestazioni in favore di distretti produttivi italiani (circa 20 missioni ogni anno).

L’Ambasciata, in considerazione del quadro economico d’insieme del Paese, continuerà ad operare, in coordinamento con l’antenna ICE di Tashkent, in tutti i campi ove e’ possibile ottimizzare le sinergie offerte dal Sistema–Paese con le risorse disponibili. Questo avverrà soprattutto a livello di coordinamento, di ricerca

degli interlocutori idonei, contatti con gli imprenditori locali e stranieri ed analisi di mercato. Verrà, inoltre, fornita assistenza alle iniziative della Camera di Commercio italo-uzbeka e alle missioni imprenditoriali che in numero crescente si recano nel Paese per partecipare a fiere internazionali.

 

Nel 2010 e’ da segnalare la missione istituzionale a Tashkent dell’Associazione di categoria ACIMIT con al seguito primarie aziende nazionali che operano nel settore del settore meccanico-tessile (ottobre 2010), e la presenza di una dozzina di imprese nazionali alla 6 rassegna internazionale della regione sul settore tessile (CAITME 2010), del novembre 2010.  

 

Nel primo trimestre del 2011, alcune società hanno partecipato alle recenti rassegne fieristiche internazionali uzbeke organizzate dall’Uzbekistan International Exhibition . Sette in totale le presenze delle nostre società che con un proprio stand, all’allestito all’UZ Expo Center di Tashkent, hanno partecipato a “Agro Food 2011” e “UZ Build 2011”. Per quanto concerne la fiera Agroo Food, la partecipazione italiana era rappresentata da aziende impegnate nel settore degli impianti di imballaggio chiavi in mano ed in quello della commercializzazione di autoclavi per la sterilizzazione e pastorizzazione dei prodotti alimentari confezionati, mentre per UZ Build presenti aziende italiane che operano nel settore delle macchine per la lavorazione del legno e macchine per l’impiego nell’agricoltura.

 

Più recentemente, nell’ottobre scorso, si sono recate in Uzbekistan una ventina di aziende italiane  in occasione della visita istituzionale del Vice Ministro Polidori allo Sviluppo Economico. I settori sono stati i seguenti:  macchine per imballaggio, arredo mobile, trasformatori elettrici, acciaio, ricambi per auto, pelle, legno, maglieria e farmaceutico. Sempre durante la missione del Vice Ministro Polidori e’ stato firmato il Protocollo Finale della V Sessione del Gruppo di Lavoro Intergovernativo uzbeko-italiano sulla cooperazione economica che ha sancito un maggiore impegno dei due Stati per incrementare il flusso di IDE italiani in Uzbekistan nel settore chimico, alimentare, produzione dei materiali da costruzione e cotone. Si e’ pure fatto cenno alla realizzazione di progetti comuni nei settori: elettrotecnico, tessile e cuoio, pelletteria, vinicolo e turismo. Sono state infine lanciate le basi per una più proficua collaborazione nel settore finanziario, bancario e protezione dell’ambiente. Contemporaneamente alla missione istituzionale si sono recate a Tashkent una dozzina di aziende italiane che hanno partecipato alla rassegna internazionale del cotone di Tashkent.  

Sempre nel mese di ottobre 2011 e’ stata organizzata una missione esplorativa da parte della Danieli che si e’ recata nuovamente in Uzbekistan il 21 novembre 2011 per una missione guidata dal suo Vice Presidente, Palezza. La società nazionale e’ interessata a partecipare a delle gare internazionali che verranno lanciate il prossimo anni per la costruzione di un laminatoio ed di una acciaieria. La società di Udine e’ altresì interessata allo sfruttamento di una miniera nella Repubblica autonoma del Karacalpakistan per l’estrazione del ferro con l’utilizzo di gas naturale anziché del carbone.          

 

Dal punto di vista degli eventi congiunti, lo sforzo di questa Ambasciata si concentrerà  sull’incremento della collaborazione in modo sistemico con la Camera di Commercio Italia - Uzbekistan in previsione di favorire maggiori incontri tra gli operatori, nonché seminari congiunti a favore degli operatori nazionali interessati al mercato uzbeko e su un maggiore attività sistemica con il Punto di Corrispondenza dell’Ice di Tashkent.

 

Nell’ultimo periodo si e’ infatti rilevato un più forte interesse per questo mercato da parte di nostre primarie aziende anche se per il momento solo a livello di business scouting:  la Danieli (siderurgia e formazione), la Techint e Ansaldo Energia (centrali elettriche), la Sirti S.p.A. e Ansaldo Sts (elettrificazione vie ferrate), la Technogym (attrezzature sportive), il Gruppo Zoppas (elettrodomestici), la Sirio Sistemi Elettronici S.p.A. (sistemi di controllo generatori energia elettrica) dalla Biffi S.p.A. (valvole), il Gruppo Cavagna (stoccaggio e controllo gas compressi), la Arezzo Refinery CO, Ltd (servizi di raffineria dei metalli preziosi). Da segnalare, infine, la commessa che si e’ aggiudicata la Wegh Group S.p.A. (traversine in cemento armato compresso per le ferrovie uzbeke).

 

 

 


75