Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Turismo

 

Turismo

Link correlato (in italiano)

Il flusso turistico dall'Italia e' caratterizzato da interesse culturale, concentrato nei poli di Samarcanda, Bukara e Khiva. Di solito e' turismo organizzato a piccoli gruppi di persone a reddito medio-alto ed eta' matura. Il volume dei turisti e' contenuto (carenti le statistiche ufficiali), ma fa comunque ben collocare l'Italia fra i maggiori Paesi di provenienza (Francia, Italia, Germania ....).
Si consiglia ai turisti prima di mettersi in viaggio o comunque di organizzare un viaggio in Uzbekistan, di controllare il sito http://www.viaggiaresicuri.mae.aci.it
Ad ogni buon fine, si riporta una scheda informativa per i viaggiatori che si accingono a recarsi in Uzbekistan.

1. Accesso al paese


Titolo di viaggio: Passaporto, deve avere una validità residua di almeno tre mesi al momento dell'uscita dal Paese .


 Visti di ingresso dal 1 febbraio 2019 si può visitare il Paese senza visto per 30 giorni.

IMPORTANTE: rimane comunque obbligatoria la registrazione presso l’Ufficio Rionale Migrazione e Registrazione della Direzione degli Affari Interni (ОМиОГ РГУОВД - ufficio questura) di zona entro tre giorni dall’arrivo e di verificare quindi che l’hotel o il padrone di casa dove si alloggia lo facciano, in caso diverso provvedere e assicurarsene personalmente. Diversamente si va incontro ad una multa elevata e/o a sanzioni penali che verrebbero comminate da un giudice -sottoposti ad un vero processo-.


Vaccinazioni obbligatorie: nessuna. Sono consigliate le vaccinazioni preventive contro: tifo, paratifo, tetano, epatite A e B difterite, rabbia, meningite.


Dogana, valuta e cambio All'arrivo è indispensabile dichiarare alla dogana la somma di denaro con cui si è giunti nel Paese riempendo un apposito modulo (dichiarazione doganale), stessa dichiarazione necessaria a provare la rimanente somma di denaro eventualmente non spesa che si riporterà in Italia.

In assenza di detta dichiarazione le autorità procederanno al sequestro del denaro in valuta (Euro, dollari USA, Pounds ecc..) trovato al viaggiatore che si appresta a lasciare il Paese, oltre ad applicare le sanzioni previste dalla normativa locale in materia di esportazione illegale di valuta.


Si raccomanda di conservare le ricevute per il cambio di valuta, da esibire a richieste delle Autorità Doganali prima di lasciare il Paese. Gli oggetti antichi non possono essere esportati e possono essere sequestrati ai varchi doganali. Il cambio parallelo è illegale e, conseguentemente, rischioso. Il cambio praticato dalle Banche e dagli Alberghi si è avvicinato sensibilmente a quello del mercato parallelo, riducendo di molto la convenienza di rivolgersi ai cambisti illegali. In base ad una direttiva del governo, tutti i pagamenti dovrebbero essere effettuati in Sum. Quando sono richiesti pagamenti in valuta forte (US$ o, meno diffuso, l’Euro) è meglio utilizzare banconote, conservando sempre le ricevute piuttosto che ricorrere a carte di credito (Visa e Master Card sono generalmente le più usate, raramente accettata la American Express).  

2. Clima
L’Uzbekistan ha un clima prettamente continentale, freddo in inverno (gennaio è il mese più freddo, nel corso del quale la temperatura scende spesso sotto zero) e molto caldo in estate (a luglio può raggiungere anche i 46 gradi centigradi, ma normalmente e’ secco). 
 
3. Fuso orario
+ 4 ore rispetto all'Italia
+ 3 ore quando in Italia vige l'ora legale.  

4. Situazione sanitaria
lI livello qualitativo e quantitativo delle strutture locali è soddisfacente nella capitale, altrove rimane ben al di sotto della media europea. A Tashkent esiste un piccolo "poliambulatorio internazionale" e qualche clinica privata. Negli ospedali statali si riscontrano molte carenze. La maggior parte delle specialità medicinali europee non sono reperibili nelle locali farmacie ed è spesso molto difficile valutare le caratteristiche e compatibilità di quelle disponibili. Si consiglia una piccola scorta di medicinali quali antibiotici e contro le infezioni gastrointestinali. È necessaria un'attenta osservanza delle norme igienico-sanitarie, evitare cibi crudi e bere solo acqua minerale. È buona norma stipulare un'assicurazione medica che includa anche eventuali rimpatri sanitari urgenti.  

5. Sicurezza
La sicurezza è buona. Dopo gli attentati terroristici di marzo/aprile e luglio 2004 la polizia esercita frequenti controlli sia nelle città che lungo le principali arterie di collegamento. È aumentata la vigilanza lungo i confini esterni ed internazionali (aeroporti). Sul fronte interno si registra una più intensa attività di controllo sui viaggiatori e i relativi mezzi di trasporto. Sono abbastanza rari i reati contro i visitatori stranieri, eccetto il possibile borseggio nei mercati e nei luoghi affollati.

Zone a rischio:
Il Paese è prossimo ad un'area di crisi per cui vi sono ancora zone in prossimità della frontiera con l'Afghanistan ed il Tagikistan soggette a restrizioni, che è vivamente sconsigliato visitare. Si suggerisce inoltre cautela nell'addentrarsi nella valle di Ferghana ed in aree isolate e semi-desertiche, soprattutto se non si dispone di una affidabile guida locale.

Zone sicure:
La capitale Tashkent e tutte le città di interesse turistico come Samarcanda, Bukhara, Kiva e Nukus sono ritenute sicure.  

6. Normative, usi e costumi locali


   Moneta locale: Sum. Cambio:1 Euro = 9.300 Sum circa Si raccomanda di fornirsi di banconote completamente integre per evitare che vengano rifiutate al cambio. Il cambio parallelo esiste ma è illegale e, conseguentemente rischioso. La convertibilità della valuta (Sum), ha molto avvicinato il cambio bancario a quello parallelo riducendo la convenienza di ricorrere a quest’ultimo che, si ricorda nuovamente, e’ illegale. Quando possibile, conviene sempre usare la valuta locale. Ove si debba pagare in valuta forte è meglio utilizzare banconote in quanto, spesso, è chiesta una elevata commissione per le carte di credito. 


- Droga: Il possesso ed uso della droga costituisce reato ed è sanzionato con severe pene detentive (da 5 a 10 anni). Per i trafficanti è prevista la pena fino a 25 anni. Gli abusi commessi a danno di minori sono puniti con numerosi anni di carcere.


- Lingue: La lingua ufficiale è l’uzbeko, la principale lingua veicolare è il russo. Il tagiko è di uso comune nelle aree di Samarcanda e Bukara.


- Religioni presenti: musulmana 88%, ortodossa e cattolica


- Consigli generali di comportamento: Tenere sempre un comportamento improntato a correttezza e buon senso. Soprattutto fuori dalle città è raccomandato di non offendere la morale islamica. Evitare la compravendita di valuta offerta da sconosciuti. Evitare di fotografare persone senza il loro consenso. Il principale problema nei rapporti con gli organi di Polizia è quello inerente alle difficoltà di comunicazione verbale e quindi farsi capire correttamente. In genere la polizia non è in grado di fornire informazioni o indicazioni di tipo "turistico".  

7. Trasporti


- Ferrovia: Il servizio ferroviario è soggetto a ritardi e presenta inconvenienti soprattutto in tragitti notturni o di lunga durata. È pertanto raramente utilizzato da turisti europei.


- Automobile: Si consiglia l'uso di auto a noleggio con autista, reperibili facilmente ed a buone condizioni di mercato per gli spostamenti da una città all'altra. Le stazioni di rifornimento di carburante non sono molto diffuse sul territorio e, soprattutto per uno straniero, possono risultare di difficile reperimento. I centri di assistenza meccanica sono rari e poco forniti di pezzi di ricambio. A volte anche ottenere informazioni può risultare assai difficile per chi non conosca le lingue locali. Tali ostacoli sono peraltro facilmente superabili se si fa ricorso ad un autista locale.


- Aereo: Le linee aeree interne sono in via di lento miglioramento ma spesso sono utilizzati vecchi aeromobili di fabbricazione sovietica. Un grave incidente aereo si è verificato nel mese di febbraio 2004 all’aereoporto di Tashkent.


Principali collegamenti con l’Europa dell’Uzbekistan Airways
Tashkent / Roma / Tashkent   -  Lunedì / Giovedì
Tashkent /Atene / Tashkent    -  Martedì / Giovedì
Tashkent / Parigi / Tashkent   -  Martedì / Venerdì
Tashkent / Francoforte / Tashkent   -  Lunedì / Giovedì / Sabato    

8. Indirizzi utili
Ambasciata d’Italia
Uliza Yusuf Khos Khojib, 40
700031, Tashkent
Uzbekistan
Telefono: 00998 71 / 1521119 / 1521120 / 1521121 / 1521123
Fax: 00998 71 /1206606
Indirizzo di posta elettronica: consolare.tashkent@esteri.it

Telefonia: prefisso internazionale dall’Italia 00-998 – 71 (Tashkent)  

Ambasciata della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia
Via Tolmino, 12
00198 Roma
Telefono: 06 8542456 Fax: 06 8541020
Indirizzo di posta elettronica: ambasciata@uzbekistanitalia.org
Sito web: www.uzbekistanitalia.org


61